Seleziona una pagina

Gambettola ( FC )

Cenni su Gambettola :

Il 1400 vede la venuta dei Malatesta, ed è possibile individuare il primo signore di Gambettola nella persona di Gottifredo di Rodolengo d’Iseo.   La Famiglia Isei ne mantenne il dominio fino al 1638, data nella quale l’intero feudo passò sotto lo Stato Pontificio con il nome di Comune di Gambettola.  Alla conquista napoleonica, il Comune fu sciolto e spartito fra Longiano e Gatteo.   La seconda guerra mondiale portò notevole distruzione.  Una parte notevole dei palazzi antichi sono stati abbattuti dai bombardamenti negli scontri lungo la Linea Gotica.  Monumenti di interesse: la Chiesa parrocchiale di Sant’Egidio Abate: anticamente si chiamava Sant’Egidio del Bosco e la costruzione originaria risale al XVI secolo. Nel tempo ha subito forti modifiche, tanto che l’aspetto attuale è stato dato dai lavori eseguiti nel 1700 che ne hanno modificato addirittura l’orientamento (l’ingresso da sud, verso il torrente Rigossa, è stato spostato a est). Ulteriori lavori che ne hanno determinato l’impatto estetico sono stati quelli del dopoguerra, con l’aggiunta di una cupola.   Palazzo Municipale, risale al 1913 e sorse al posto del precedente palazzo municipale, che venne abbattuto. Teatro Comunale, edificato nel 1913 in un locale del Palazzo Municipale a sinistra dell’ingresso principale. Chiuso nei primi anni ’50 il teatro è rimasto a lungo inutilizzato e destinato come magazzino comunale. Recentemente la struttura è stata completamente recuperata ed ha ripreso l’attività teatrale e culturale.   Ex-Casa del Fascio, costruita nel 1930, ospita attualmente la Biblioteca comunale.  L’architettura è quella tipica fascista.   Gambettola si trova a 31 mt. s.l.m.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *